venerdì 27 febbraio 2009

Chi ha paura del cacciatore?

Ogni venerdì BUH può scegliere un libro dalla biblioteca dell'asilo nido e portarlo a casa per leggerlo con mamma e papà durante il fine settimana.
Lo scorso venerdì ha scelto di portare a casa Cappuccetto Rosso.

Ricordando come vivevo io la favola di Lucetta, pensavo che BUH potesse avere paura del Lupo, ma osservando le illustrazioni del libretto devo ammettere che finisce quasi per ispirare simpatia il famelico animale del bosco, nella sua salopette blu.

Senza contare che per lui (dal basso dei suoi 2 anni e 10 mesi) non è perfettamente chiaro il concetto del Lupo che,
in un sol boccone, si mangia nonna e nipotina.
Gli è chiaro invece il concetto di cacciatore che "imbracciato il fucile spara e uccide il (malcapitato) Lupo". Perciò alla fine della storia il suo commento è stato ogni volta: "E' butto il cacciatore, spaya col fucile!".

All'inizio mi era sembrato strano, poi ho riflettutto e mi sono ricordata che:
- due o tre volte, a casa di amici, ci è capitato di vedere Boog & Elliot, dove c'è il cattivo di turno che guarda caso è un cacciatore che "spaya col fucile";
- e poi BUH adora le storie dei Barbapapà... ogni sera sceglie uno dei libri della collezione e lo leggiamo prima della nanna. I Barbapapà sono ecologisti e animalisti e in una delle loro avventure salvano tutta una serie di animali dai cacciatori senza scrupoli che vogliono farne pellicce, scarpe, borse e così via.

Insomma, quasi
senza volerlo stiamo crescendo un bambino ecologista, cosa che naturalmente ci fa davvero piacere.

Purtroppo però, questo episodio ha anche un risvolto negativo.

Dopo aver letto per tre giorni di seguito la favola di Cappuccetto Rosso e del cacciatore che spara al Lupo, il piccolo BUH ha finito per avere gli incubi... Lunedì notte si è svegliato scosso da un pianto inconsolabile. Aveva sognato che "quell'uomo butto ha spayato a Bugendeliot!"

Conclusione: da questo momento in poi la favola di Cappuccetto Rosso sarà bandita da questa casa fino a data da destinarsi.

3 commenti:

  1. Ciao! Eccomi qui.
    Hai ragione, anch'io ho scoperto che è abbastanza difficile prevedere cosa possa impressionare i bambini. Comunque le favole tradizionali sono piene di insidie...
    A presto, sei nel mio blogroll.

    RispondiElimina
  2. Infatti normalmente noi le evitiamo, per questo leggiamo i barbapapà, e dopo l'avventura con Cappuccetto Rosso, abbiamo capito di aver fatto bene, anche se secondo le educatrici le fiabe tradizionali aiutano i bambini a superare le loro paure ... sarà...

    RispondiElimina
  3. Le fiabe tradizionali sono crudeli!!

    RispondiElimina

Vi apro le porte della mia casa, siate educati e misurati nei vostri commenti.

(I post più vecchi sono moderati)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...