martedì 8 novembre 2011

La famiglia Murasaki e il viaggio di nozze (giorno 3)

Ed eccoci al nostro terzo giorno di viaggio, non credevo davvero che una mini vacanza di quattro giorni si sarebbe rivelata tanto ricca di esperienze ed emozioni per tutta la famiglia.
La domenica mattina ci siamo alzati di buon umore e soprattutto sentendoci un pochino meglio... quel tanto che bastava, insomma, per avventurarci alla volta di Schönbrunn.


Il Castello di Schonbrunn
La nostra intenzione iniziale era di visitare soltanto lo Zoo, ma poi Mr T e io ci siamo lasciati tentare dal Tour Imperiale, un tour breve delle stanze del Castello che racconta della vita quotidiana della famiglia dell'imperatore ai tempi di Sissi. Per questo, prima di dirigerci all'interno dei giardini e verso la nostra meta principale, abbiamo acquistato i biglietti per il tour (meglio anticipare, in caso all'uscita ci fossimo lasciati prendere dalla pigrizia).
La nostra visita allo zoo è stata guidata per lo più dall'istinto (nostro) e dall'umore (dei due pargoli).

Abbiamo iniziato dai maestosi rinoceronti indiani, che vagavano placidi nella loro area insieme ai cervi Axis (anche loro provenienti dal sub-continente indiano.
Ci siamo soffermati ad ammirare un piccolo scoiattolo che gironzolava frenetico tra sentieri e vegetazione alla ricerca di qualche ghianda e altre leccornie. Sorellina in particolare si è entusiasmata per lo scoiattolo più che per qualsiasi altro animale (tranne che per le cavallette arlecchino dell'Insektarium) e continuava a inseguirlo chiamandolo: shcoiattolooooo! shcoiattolinooo!
Dopodiché ha deciso di arrampicarsi sulla groppa di un Rinoceronte... per fortuna però questo non era vero!!
Dopo i rinoceronti abbiamo seguito la strada che passava vicino ai bufali d'acqua e ai bisonti e ci siamo fermati a salutare i pellicani, che hanno ricambiato saltando fuori dall'acqua e scrollando forte le loro grandi ali.

Subito dopo ci siamo fermati a visitare l'Insektarium dove abbiamo passato oltre mezz'ora ad ammirare insetti ti tutti i tipi: cavallette arlecchino, locuste, insetti stecco giganti, ma anche un bidone di rifiuti, dove si foraggiava una colonia di scarafaggi... bleah!
Dopo gli insetti abbiamo incontrato una graziosa famigliola di pecari dal collare, e numerose caprette nane tibetane e pony shetland e qualche animale della fattoria, come galline, galli e mucche.
A questo punto erano all'incirca le 12.00 e Mr T e io avevamo deciso di andare alla ricerca di un posto dove mangiare all'interno dello zoo, quando i pargoli hanno visto una bellissima area gioco e non c'è stato verso di farli proseguire oltre, così abbiamo acconsentito a fermarci alla Kinderspielplatz, dove per fortuna c'era un chiosco che preparava disgustosi tranci di pizza e ottimi frankfurter wurstel serviti con quei panini buonissimi che fanno a Vienna! Così Mr T e io ci siamo adattati facendo uno spuntino e salutando un pavone spelacchiato che passeggiava tra i tavolini.
Dopo aver passato un'oretta a rincorrere i bambini nell'area gioco abbiamo ripreso il cammino. Abbiamo fatto una capatina nella casa della foresta pluviale, che ospita pipistrelli giganti, pesci e uccelli di diverse specie. Poi siamo arrivati al Polarium, che ospita un orso polare un po' malinconico, i pinguini crestati e la grande vasca delle otarie, che BUH ha osservato ammirato per almeno un quarto d'ora, mentre Sorellina crollava addormentata.
Alla fine siamo andati alla ricerca del mitico Panda, passando per la casa di elefanti, giraffe, lemuri, ghepardi, tigri... ma volete sapere una cosa? Il mitico Panda non aveva una gran voglia di avere visitatori e se ne è rimasto per tutto il tempo a poltrire sulla sua casa sull'albero.
Noi allora ci siamo consolati con un buon gelato (BUH) e un Langos (io e Mr T), una enorme e buonissima frittella salata. E Sorellina? Beh Sorellina continuava a dormire...

Usciti dallo Zoo ci siamo fermati a mangiare mele tra i fiori dell'immenso giardino imperiale, abbiamo giocato a nascondino tra i cespugli e le statue e... non contenti di tante fatiche, ci siamo diretti al Castello per il Tour Imperiale.
Un gentilissimo commesso del museo (che tra l'altro parlava un italiano impeccabile) ci ha caldamente consigliato le audioguide anche per i bambini e non finiremo mai di ringraziarlo!
BUH ha passato la mezzora della visita tutto intento a scegliere il numero giusto da premere e ad ascoltare i racconti e gli aneddoti sulla vita quotidiana dell'imperatore Francesco Giuseppe e della moglie Sissi,
Sorellina, dal canto suo pigiava i tasti a caso e cercava di infilarsi oltre i cordoni di protezione per arrampicarsi sui mobili, ma a parte questo grazie alle audioguide abbiamo tutti potuto godere dell'ultima fatica della giornata..

Come previsto anche quella sera BUH è crollato alle otto in punto, ma solo dopo aver divorato una junior wienerschnitzel insieme a Sorellina!!

Continua... ma ormai ci manca solo la Haus der Musik!

6 commenti:

  1. Che bello bellissimoooooo! xD

    RispondiElimina
  2. Stupendo questo zoo! Anche noi quando siamo andati a Londra con le bimbe piccole abbiamo trascorso una giornata allo zoo: se la ricordano ancora adesso!

    RispondiElimina
  3. Sarà un viaggio di nozze indimenticabile anche per i bambini... non è mica da tutti!

    RispondiElimina
  4. Mi sembra di essere stato lì con voi!

    RispondiElimina
  5. @Nyu: grazie! :D
    @destinazione e 6cuori: Sorellina non lo so, ma BUH di sicuro se lo ricorderà per molto, molto tempo!

    @Ruben: è il commento più bello che potessi ricevere per questo post: Grazie!

    RispondiElimina
  6. Sara' stato un viaggio indimenticabile...
    Anche le foto sono belissime!

    RispondiElimina

Vi apro le porte della mia casa, siate educati e misurati nei vostri commenti.

(I post più vecchi sono moderati)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...