venerdì 18 maggio 2012

Murasaki e il Food Revolution Day

Qualche giorno fa ho scoperto che il 19 maggio 2012, cioè domani, in tutto il mondo si celebrerà il Food Revolution Day. Si tratta di un'iniziativa ideata dal mitico Jamie Oliver, per promuovere le corrette abitudini alimentari, in modo particolare tra i bambini.
In tutto il mondo si terranno eventi dedicati al cibo e Dinner Party organizzati per raccogliere fondi che andranno alla fondazione di Jamie Oliver per finanziare i progetti di educazione alimentare nelle scuole britanniche, americane e australiane.
Se cercate bene sulla mappa nell'homepage del sito, scoprirete che anche in Italia sono stati organizzati alcuni eventi dedicati al mangiar sano!!

Ma il Food Revolution Day non è solo questo, sul sito potrete trovare anche quattro piccoli ebook per iniziare la vostra Rivoluzione nella vita di tutti i giorni: ogni libretto contiene 30 idee per migliorare l'alimentazione in famiglia, nella vita quotidiana, sul posto di lavoro e a scuola.

In particolare vi segnalo quello sulla famiglia "30 Ideas for starting a food revolution at Home", che potete scaricare qui.

Per fortuna le famiglie italiane, in linea di massima, non sono messe male come gli anglosassoni in cucina, ma sono sicura che qualche consiglio su come spronare i bambini ad apprezzare la cucina buona e sana non possa che far bene.


Fra le 30 idee suggerite da Jamie ce ne sono alcune che vale la pena ricordare. Troppo spesso infatti, per fretta o per stanchezza, si tengono i bambini lontani dalla cucina mentre si preparano i pasti, ma coinvolgerli nella preparazione di quello che mangeranno è il modo migliore per invogliarli ad assaggiare cose nuove.

Idea n. 2: Imparate a cucinare con tutta la famiglia. Come dice Jamie non è mai troppo presto per trasformare i nostri bambini in piccoli aiutanti cuochi.
Sorellina aiuta Nonnacalabrese a sgranare i piselli

Idea n. 3: Date il buon esempio. Mangiate tanta frutta e verdura, perché chiaramente non potete imporre ai bambini regole che voi stessi non rispettate.
[Per fare un esempio io aggiungo spesso i semi di girasole all'insalata. BUH e Sorellina, incuriositi, li hanno assaggiati e ora spesso me ne chiedono una manciata da mangiare così, come due piccoli uccellini]

Idea n.6: Provate cibi nuovi. Portate in tavola diversi tipi di verdura o frutta, così che sia più facile per i bambini trovare quel che più gli piace.


Sapevate che i semi di girasole (oltre a fare un gran bene)
sono anche buoni da sgranocchiare?
Idea n. 17: I bambini non hanno bisogno di cibi diversi dai vostri. Se vi alimentate in modo sano e variato non c'è ragione per cui i bambini debbano mangiare cibi diversi. L'unico accorgimento è quello di tritare i cibi per i bambini più piccoli.

Idea n.18
: Preferite le merendine sane. Offrite ai bambini degli snack sani: frutta, verdure da sgranocchiare, mandorle, noci o nocciole (pane aggiungo io). Se non ci sono merende industriali in casa i bambini saranno naturalmente propensi a mangiare quelle più sane.
[A casa nostra ad esempio non mancano mai i pacchetti di mele essiccate da portare come merenda quando siamo fuori casa, mentre a casa ci sono sempre yogurt, pane e frutta di stagione. E poi, quando i piccoli sono molto affamati prima di cena cerco di placare la loro fame con finocchi, carote o gallette di riso o ancora qualche pezzetto di grana da sgranocchiare.]

Idee n. 19 e n.20
: Non proibite del tutto i cibi meno sani. Abituate invece i bambini a concedersi un peccato di gola di tanto in tanto. E poi preparate voi stessi qualche golosità per i vostri bambini: biscotti, dolci, toast o quello che la fantasia vi suggerisce.
[Ricordo che una ex collega di Mr T aveva istituito la serata del salame. Una volta al mese concedeva ai suoi due gemelli, che ne erano golosi, una scorpacciata di pane e salame].

E poi di idee interessanti ce ne sono ancora tante: Comprate cibi locali e di stagione - Incoraggiate tutta la famiglia a fare attività fisica - Permettete ai bambini di sperimentare qualche semplice ricetta e... soprattutto:

PERSEVERATE!

Secondo alcuni studi - dice l'ebook di Jamie - ci vogliono almeno 8-10 tentativi prima che un bambino inizi ad apprezzare un nuovo cibo.

Quanto a noi, per celebrare il nostro Food Revolution Day, domani io e Sorellina parteciperemo a un laboratorio di cucina organizzato dall'asilo nido. Nel nostro comune infatti sono molte le iniziative promosse da nido e scuola materna per educare i bambini al mangiar sano. Non posso testimoniare per la primaria, perché ancora non ci siamo arrivati :-)

14 commenti:

  1. Molto interessante, grazie per la segnalazione.

    Ps: mele essiccate, non ci avevo mai pensato. Ma si possono fare anche in casa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ma in forno è un procedimento complesso. Avendo lo spazio in casa, l'ideale sarebbe avere un essiccatore domestico.
      Ai bambini piacciono molto perché sono dolci e croccanti (ma lo zucchero è solo quello naturale della frutta, non c'è alcun additivo)

      ps: in piscina sono riconosciuta come quella mamma "alternativa" che, dopo il corso, alla figlia dà mele essiccate o gallette di riso invece di caramelle o merendine ;-)

      Elimina
    2. Ahahah, mamma alternativa anch'io perché al posto degli omogenizzati di frutta prendevo su frutto fresco e cucchiaino e glielo davo così.
      E di fatti da lì abbiamo preso una brutta china ;) pensa che per merenda mangia solo la macedonia!!!

      Elimina
  2. Grandissimo Jamie, ho il suo ricettario "Jamie in 30 minuti" e devo dire che è geniale. Insegna che non vale mai la pena di mangiare schifezze pronte, anche quando si ha poco tempo c'è alternativa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, come recita una delle 30 idee, l'importante è rifornire la dispensa degli elementi base, il resto vien da sé.

      Elimina
  3. questo post è davvero interessante. Anch'io sono dell'idea che sia importante preparare insieme ai bimbi le varie pietanze. Luca mi dice sempre che da grande farà il cuoco...seguito, un secondo dopo, da almeno altre 10 attività ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, come raccontai tempo fa in un post il desiderio di BUH da piccolo era di fare: Il cuoco, il gelataio o il dipintaio!!

      Elimina
  4. ... ma il pop corn è un cibo sano o insano? Con i miei la "battaglia" per le verdure e la frutta è quotidiana, ma chi la dura la vince. ma ogni tanto qualche "porcata" la devo concedere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da noi il popcorn si mangia al cinema (quelle 2/3 volte l'anno che riusciamo a portarci BUH) oppure alle feste di compleanno!
      E poi, a proposito delle "porcate", proibirle le rende solo più appetibili agli occhi dei bambini... [te lo dico sottovoce, ma noi una volta ogni mese e mezzo circa concediamo a BUH una capatina alla M gialla: lui è abbonato all'orrendo toast, alle patatine e all'aranciata e poi secondo la voglia sceglie la frutta o lo yogurt da bere]
      :)

      Elimina
  5. Grazie per aver condiviso, sono indicazioni preziosissime!

    RispondiElimina
  6. dove li trovi i semi di girasole? mi hai fatto venire la curiosita'!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di solito noi li compriamo all'U2, ma credo si trovino anche in altri supermercati oppure nei negozi di prodotti bio!
      Sono buoni anche da aggiungere all'impasto del pane.

      Elimina
    2. grazie!!!proveremo............

      Elimina

Vi apro le porte della mia casa, siate educati e misurati nei vostri commenti.

(I post più vecchi sono moderati)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...