venerdì 16 novembre 2012

Un primo bilancio della scuola materna


Novembre è il mese dei primi colloqui a scuola questa settimana c'è stato quello di Sorellina e la prossima settimana ci sarà quello di BUH.
Non so bene cosa aspettarmi dal colloquio alla scuola primaria, ma il colloquio con le maestre della scuola dell'infanzia è stato esattamente come me lo aspettavo.

"Sorellina è una bambina vivace e molto intelligente, ma anche piuttosto refrattaria alle regole".
Considerata la sua reazione iniziale durante l'inserimento, inizialmente le maestre credevano che fosse timida: rifiutava di rispondere all'appello del mattino, per non parlare di partecipare alle attività un po' più strutturate.
E invece no: Sorellina è soltanto una capatosta!! Così le maestre si sono armate di santa pazienza e ogni volta le spiegano con fermezza, che se la chiamano deve rispondere, che se stanno leggendo una fiaba non è il caso di distrarre i suoi compagni con linguacce e pernacchie e così via.
Se redarguita Sorellina si offende e scoppia a piangere, ma dicono che pian piano si sta abituando, che all'appello risponde alzando appena appena la mano, ma ancora preferisce non dar loro la soddisfazione di dire <<ci sono>>, come gli altri bambini.
Per il resto sono soddisfatte perché è una bambina autonoma, molto socievole e chiacchierona.

Dal canto mio non ho potuto fare altro che confermare che anche a casa è così e che per noi è una lotta continua, dato che fa delle scenate da drama queen ogni volta che crede di subire un'ingiustizia, o semplicemente le proponiamo di fare qualcosa che a lei in quel momento non va.

Ormai siamo rassegnati a questo lato del suo carattere, ma io spero sempre che prima o poi la nostra bambina riuscirà a rapportarsi a noi e alle regole in modo più equilibrato... in fondo sperare non costa niente!

8 commenti:

  1. Che testolina queste donnine!
    Menomale che le maestre hanno capito come prenderla, a volte se imbrocchi quella sbagliata si finisce per peggiorare la situazione!
    p.s: ieri sera finalmente ho usato il convertitore per le torte che mi hai mandato! geniale!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti devo proprio ringraziare di aver incontrato queste maestre.
      Loro stesse mi hanno detto: "Non la sgridiamo certo per ogni minima cosa, l'importante è che impari le regole fondamentali dell'asilo... poi, se la scopriamo a mangiare il budino con le mani, ci limitiamo a portarla a lavarsele con un sorriso. In fondo ha solo tre anni e non possiamo pretendere che sia un robottino!"

      Elimina
  2. Anche Second é un bambino oppositivo, non bisogna mai cedere sennò come si dice da me si prendono il dito con tutta la mano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione supermamma, ma è davvero faticoso!!

      Elimina
  3. secondo me non è quesione di maschi e femmine, ma del fatto che sono secondi: anche il mio secondo è così

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo Ruben, sono d'accordo con te. Tutti genitori che conosco parlano in questi termini del secondogenito, a prescindere che sia maschio o femmina!!

      Elimina
  4. Anche il patato ha una testolina mica da ridere, bisogna sempre stare attenti a quel che gli si dice, ma dai 3 anni a oggi è miglioratissimo, ci siamo armati di santa pazienza e i risultati si vedono. Sono contenta che hai trovato delle brave e intelligenti maestre.

    RispondiElimina
  5. anche giulia a casa è impegnativa e capatosta.
    quello che mi sorprende invece che a scuola è molto ubbidiente, segue le regole, precisa.
    E allora penso che lo faccia proprio solo con me....

    RispondiElimina

Vi apro le porte della mia casa, siate educati e misurati nei vostri commenti.

(I post più vecchi sono moderati)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...