venerdì 25 settembre 2015

Cose da sapere prima di adottare un animale domestico


Accogliere in casa un cucciolo e prendersene cura è un’esperienza arricchente e gratificante, soprattutto per i bambini, che ne possono trarre tanti benefici in termini di sviluppo dell'autostima, di consapevolezza delle proprie capacità e di maggiore sviluppo della comprensione dei bisogni dell'altro.

Che si tratti di un cane, di un gatto o di un coniglio nano, l'animale di casa diventa per il bambino un amico fedele e insostituibile e il piccolo si prenderà cura del suo amico a quattro zampe, dandogli da mangiare, facendolo giocare o portandolo a spasso.

Adottare un cucciolo, tuttavia, non è una cosa da fare a cuor leggero, come quando compriamo un giocattolo per i nostri figli.

Sono tante le cose da sapere prima di adottare un animale domestico.
Ed è proprio di questo che hanno parlato gli esperti intervenuti sabato scorso all'incontro Crescere con un pet, organizzato da Mysocialpet, FattoreMamma e VETSforPETSOnlus, con la collaborazione di “A scuola di PetCare® di PURINA”.



Vediamo quali sono:
  • Il momento migliore per adottare un cucciolo è quello in cui tutta la famiglia è pronta ad accoglierlo, perché ne diventerà un membro a tutti gli effetti. 
  • Prima di adottare un animale è opportuno rivolgersi a un veterinario, visitare un allevamento certificato o un rifugio per animali e farsi consigliare dagli operatori.
  • Un animale non è un giocattolo o un soprammobile, perciò non va mai scelto solo per il suo aspetto, ma in base alla sua storia e al suo carattere, e solo se riteniamo che sia compatibile con noi e le nostre abitudini.
  • Adottare un animale significa comprendere e rispettare i suoi bisogni: i cani hanno bisogno di correre e giocare all'aperto, mentre ai gatti per essere davvero felici è sufficiente essere dotati di una tana in cui rifugiarsi o di alberi finti su cui arrampicarsi.

All'evento di sabato 19 settembre ho scoperto anche tante iniziative interessanti che riguardano bambini e pet.

Al Fatebenefratelli di Milano esiste il progetto di pet therapy "Ci vuole un amico", che permette ai piccoli pazienti del reparto pediatrico, di avere uno spazio da condividere con i loro animali domestici durante il decorso ospedaliero. La presenza rassicurante dei loro amici a quattro zampe li aiuta infatti a ridurre ansia e paure.


Inoltre ho scoperto “A Scuola di Per Care”, un progetto bellissimo grazie al quale Purina, in collaborazione con Giunti Progetti Educativi, promuove nelle scuole lo sviluppo di una relazione corretta e consapevole tra bambini e animali domestici.

Le scuole, ma anche le singole classi, possono fare richiesta del kit gratuito per proporre il progetto ai propri alunni. Non solo, le scuole che aderiscono al progetto possono partecipare a un concorso, che premia la classe vincitrice con la realizzazione di un video basato su una storia inventata dai ragazzi e che ha come protagonista un animale da compagnia.


Cliccando QUI potete vedere uno dei video che ho trovato molto delicati e pieni di sensibilità.

Nel pomeriggio infine mi hanno raggiunta i bambini e Mr T per i laboratori creativi ed educativi e la merenda. Gugo e Sorellina si sono divertiti soprattutto a personalizzare e decorare il bassotto sulle magliette messe a disposizione da IBL Banca, ma anche con il laboratorio educativo in compagnia di due bellissimi cagnolini.



2 commenti:

  1. Tutti dovrebbero avere una lezione del genere..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero NYU, ed è per questo che proporrò alle insegnanti dei bambini di aderire al progetto per le scuole, così attraverso le attività dei bambini anche i genitori potranno comprendere meglio cosa comporta adottare un cucciolo!!

      Elimina

Vi apro le porte della mia casa, siate educati e misurati nei vostri commenti.

(I post più vecchi sono moderati)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...